Tool Operativi

Segnali operativi

Futures Daily

Futures Orario

Stock Daily

Stock Orario

Segnali Operativi

LEGGERE ATTENTAMENTE:

  1. sono segnali operativi specifici per opzioni e debbono essere interpretati e seguiti esattamente come di seguito spiegato.
  2. l’aggiornameto avviene ogni ora per i sistemi a 60 minuti e alla chiusura della borsa di appartenenza per i sistemi daily.
  3. infoicona orario ultimo aggiornamento: posizionare il mouse sull’icona di ogni singolo strumento, nella tabella di appartenenza.

 

 

Il sistema genera dei segnali operativi per costruire strategie in opzioni, pertanto sarà lento nell’invertire la direzione proprio per come è stato costruito.
Tende a intercettare trend di lungo periodo, oltre i 10/20/30 giorni.

La barra numero 1 di inizio trend è che da l’avvio all’apertura della posizione, per seguire l’evoluzione leggere le analisi di mercato.

INTERPRETAZIONE DATI:

– Strumento: Rappresenta il titolo su cui vengono generati i segnali
– Segnale: E’ la direzione assunta rispetto al trend. Long / Short
– Barre: E’ il numero che conta le barre trascorse da quando è stato generato il segnale
– Prezzo Medio: E’ il prezzo di entrata calcolato al momento in cui il segnale è stato generato *
– Apertura Posizione: E’ la data in cui è stato generato il segnale *

* La data o il prezzo sono quelli di invio ordine e potrebbero non coincidere con il prezzo di eseguito. Infatti potrebbero mancare le quantità o esserci uno spread Bid Ask maggiore.
Ricordo che non sono prezzi “Limite” ma prezzi “Market”.

Ricordatevi che siete Trader in Opzioni!

I segnali operativi rappresentati in questa pagina provengono da una serie di sistemi automatici che pur nella complessità di calcolo, hanno questa semplice logica:

Individuiamo e cavalchiamo il trend del sottostante con il sottostante medesimo o con le opzioni ITM e a tutti i falsi segnali scatta la strategia in opzioni a copertura.

I sistemi possono essere di 2 tipi:

– Sistema che genera pochi segnali, con alta percentuale di precisione e cattura trend di lungo.
– Sistema high frequency dove l’algoritmo cerca di avere un rapporto rendimento / rischio superiore o uguale a 1.

Ad esempio se un segnale è Long si fa tutto ciò che è coerente con un segnale Long:

– compero il titolo,
– compero una Call;
– compero una call iTM se ritengo che il movimento sia veloce;
– compero una Call OTM se ci credo ma preferisco aspettare e poi incrementare la posizione;
– vendo una Put con la moneyness (OTM, ATM, ITM) che seguirà gli stessi ragionamenti che ho fatto per l’acquisto di una CAll;
– vendo uno spread rialzista perchè voglio una strategia con guadagno e perdita massima definita ma che guadagna anche al passare del tempo;
– compero uno spread rialzista per lo stesso motivo di cui sopra eccezion fatta per il theta;

N.B
Le strategie che vengono montate in spread: una opzione venduta ed una opzione della stessa direzione comprata (call su call o put su put) dovrebbero/potrebbero essere messe a mercato in 2 momenti diversi a loro favorevoli.
Ecco che, ad esempio, se su segnale daily decido di mettere a mercato uno spread di put  ovvero una put comperata ad uno strike ed una put venduta ad uno strike diverso cercherò di eseguirle nei 2 momenti favorevoli ovvero comperare la put quando il titolo scende e venderla quando il titolo sale.
Per fare questo mi serve un rintracciamento su base oraria.
Per questo motivo, e SOLO per questo motivo,  si segue la tabella dei segnali orari.
Quindi i segnali orari saranno a volte contrari ai segnali daily, ed è questo uno dei 2 momenti che aspettavamo per montare la nostra strategia.