info@playoptions.it Chiedi un consulto
+39 0425 792923 Lunedì - Venerdì, 9.00 - 18.00
Contattaci
toggle menu
info@playoptions.it Chiedi un consulto
+39 0425 792923 Lunedì - Venerdì, 9.00 - 18.00
Contattaci
toggle menu
  1. #1
    L'avatar di TraderLoki
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    332

    Ingresso, gestione e uscita

    La metto qui perchè potrebbe essere veramente una banalità (fanno tutti così) o una "genialata al contrario"

    I criteri che uso per costruire le mie strategie e con cui mi sto trovando (decentemente) bene sono:

    INGRESSO: Analisi tecnica - in realtà l'ingresso a me sembra la parte meno importante di tutte. E' vero che un buon ingresso ti permette di avere il mercato che spinge dalla tua parta e ti permette di chiudere in fretta con un buon profitto, ma è altrettanto vero che il mercato ti paga quando esci, non quando entri

    GESTIONE: Greche/At Now - qui è un po' l'incognita perchè leggendo in giro mi pare di capire che molti continuano ad usare i segnali di analisi tecnica/fondamentale anche per la gestione di una strategia in essere. Il punto è che a me sembrano non solo essere un po' lenti, ma soprattutto non tenere in considerazione tutte le variabili.

    Mi spiego: un segnale di analisi tecnica si basa sul movimento del sottostante (e magari sul volume) e quindi mi "indica" come e quando correggere la mia posizione per eventuali perdite di delta. Ma per perdite che potrei star subendo a causa del vega o del theta? Per questo preferisco correggere a livelli definiti di perdita/profitto, perchè così so quanto mi costerà la correzione. Se lo facessi su indicazioni di analisi tecnica (e quindi livelli definiti di sottostante) la correzione effettiva sarebbe un'incognita. Però su questo punto ho qualche dubbio. E' corretto?

    USCITA: Money Management - 50% del massimo profitto in meno del 50% del tempo. Oppure 70% del Massimo profitto a prescindere dal tempo. Oppure (nel caso di profitto 'infinito' ) un Trailing Profit a partire da un livello di profitto soddisfacente rispetto al rischio/costo iniziale della strategia (ad es. con prima soglia al 50%).

    Quindi per ora la mia triade è Analisi Tecnica (Ingresso) - Greche/At Now (Gestione) - Money Management (Uscita).

    Ha senso? Voi fate diversamente?

    Grazie in anticipo

    Loki
    -----------------------------------------------------------------
    Preferisco le urla della battaglia al silenzio che ne segue.
    -----------------------------------------------------------------

  2. #2

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    186
    Citazione Originariamente Scritto da TraderLoki Visualizza Messaggio
    La metto qui perchè potrebbe essere veramente una banalità (fanno tutti così) o una "genialata al contrario"

    I criteri che uso per costruire le mie strategie e con cui mi sto trovando (decentemente) bene sono:

    INGRESSO: Analisi tecnica - in realtà l'ingresso a me sembra la parte meno importante di tutte. E' vero che un buon ingresso ti permette di avere il mercato che spinge dalla tua parta e ti permette di chiudere in fretta con un buon profitto, ma è altrettanto vero che il mercato ti paga quando esci, non quando entri

    GESTIONE: Greche/At Now - qui è un po' l'incognita perchè leggendo in giro mi pare di capire che molti continuano ad usare i segnali di analisi tecnica/fondamentale anche per la gestione di una strategia in essere. Il punto è che a me sembrano non solo essere un po' lenti, ma soprattutto non tenere in considerazione tutte le variabili.

    Mi spiego: un segnale di analisi tecnica si basa sul movimento del sottostante (e magari sul volume) e quindi mi "indica" come e quando correggere la mia posizione per eventuali perdite di delta. Ma per perdite che potrei star subendo a causa del vega o del theta? Per questo preferisco correggere a livelli definiti di perdita/profitto, perchè così so quanto mi costerà la correzione. Se lo facessi su indicazioni di analisi tecnica (e quindi livelli definiti di sottostante) la correzione effettiva sarebbe un'incognita. Però su questo punto ho qualche dubbio. E' corretto?

    USCITA: Money Management - 50% del massimo profitto in meno del 50% del tempo. Oppure 70% del Massimo profitto a prescindere dal tempo. Oppure (nel caso di profitto 'infinito' ) un Trailing Profit a partire da un livello di profitto soddisfacente rispetto al rischio/costo iniziale della strategia (ad es. con prima soglia al 50%).

    Quindi per ora la mia triade è Analisi Tecnica (Ingresso) - Greche/At Now (Gestione) - Money Management (Uscita).

    Ha senso? Voi fate diversamente?

    Grazie in anticipo

    Loki
    Ciao TraderLoki,

    per quanto mi riguarda, per quanto limitata la mia esperienza, ragiono e la penso proprio come te.

    In particolare per l'ingresso, non mi fascio troppo la testa perche' nei 2-6 o piu' mesi per i quali apro la strategia il sottostante ne potra' fare di tutti i colori e le mie considerazioni di AT per l'ingresso valgono abbastanza poco.
    Per la gestione, come te, guardo solo le greche e il payoff della strategia quindi cerco di gestirla al meglio rispetto a dove e' il prezzo, ormai sono dentro nel bene (o nel male....). In pratica non prendo decisioni in base al grafico del sottostante. Se lo facessi a mio avviso perderei in qualche modo il vantaggio di operare con le opzioni rispetto a operare sul sottostante.

    Per l'uscita sono molto poco rigoroso. Guardo il tempo che e' passato, il guadagno in valore assoluto e se sono soddisfacenti chiudo anche con molto meno del 50% (se ho la cosi detta botta di fortuna di un movimento violento e positivo per la mia strategia). Per contro se ho delta molto basso, allora aspetto e lascio lavorare il theta anche per prendere poco piu', anche se sono oltre il 50%.
    Fabrizio

  3. #3
    L'avatar di TraderLoki
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    332
    Ciao Fabrizio,

    grazie per il tuo contributo.

    In effetti, siccome anch'io ultimamente mi sto concentrando su posizioni a lungo respiro (diciamo sei mesi o più, anche se ovviamente il mercato può farti il regalo e si possono chiudere dopo 15 giorni), il problema dei segnali non è indifferente.

    Ci sono ovviamente i segnali PlayOptions Buy/Sell (preziosissimi), ma i titoli italiani non sono tantissimi. (Il che mi suggerisce che dovrei probabilmente ampliare il mio parco titoli )

    Tu usi qualche indicatore/segnale specifico?

    Loki
    -----------------------------------------------------------------
    Preferisco le urla della battaglia al silenzio che ne segue.
    -----------------------------------------------------------------

  4. #4

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    186
    Ciao Loki,

    Non uso indicatori o segnali specifici sul sottostante, faccio solo un po' di AT classica.
    Mi interessano di più le indicazioni che si ricavano dalle opzioni stesse, che hai da FiutoBeta (OI, vola storica vs implicita', smile di volatilità) e dalla sezione "Diamo i numeri", che trovo veramente notevole, della quale apprezzo molto anche la "strategia del mercato". Quello che ho imparato sul tema lo so grazie a PlayOptions.

    Mi sto' concentrando soprattutto sulle tipologie di strategie e loro gestione, ma sono anch'io conscio ora di dover ampliare un po' i sottostanti.

    Nel mio "sacco" di strategie tutte "rubate"a Tiziano, al momento ho messo per sempre la "Goccia continua" che faccio su Eurostoxx50 segnalatami da un altro utente (trovi una discussione completa su di essa), operatività sulle Leaps con vendita di put scoperte che ho su Eni, Isp, Fca, Enel e Generali e il Condor ITM su Stoxx. Mi piaciono molto anche i spread di call rialzisti + put short (le cui leg sto provando ad aprire in tempi diversi).

    Per i sottostanti viste le mie Leaps non apro strategie su quei titoli (e più in generale sono restio a farlo su gli altri italiani). Uso molto lo Stoxx, qualcosa su FtseMib e ho iniziato qualche giorno fa con opzioni su ETF per diversificare (opzioni su spdr gold). Devo guardare gli altri.
    A breve pero' devo ricercare altri titoli (magari sul mercato Usa).

    Sono comunque pochi mesi che ho iniziato a trattare opzioni.....credo che qui in tantissimi potranno esserti più utili di me !).
    Fabrizio

  5. #5
    L'avatar di TraderLoki
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    332
    Citazione Originariamente Scritto da FabryF Visualizza Messaggio
    Ciao Loki,
    Ciao Fabry,

    scusa mi ero perso il tuo commento, non sapevo che mi avessi risposto.

    Non uso indicatori o segnali specifici sul sottostante, faccio solo un po' di AT classica.
    Mi interessano di più le indicazioni che si ricavano dalle opzioni stesse, che hai da FiutoBeta (OI, vola storica vs implicita', smile di volatilità) e dalla sezione "Diamo i numeri", che trovo veramente notevole, della quale apprezzo molto anche la "strategia del mercato". Quello che ho imparato sul tema lo so grazie a PlayOptions.
    Faccio qualcosa di abbastanza simile, e in effetti sto iniziando ad usare i Buy/Sell di PO, che sono ultra-utili ma non ci sono tantissimi titoli sul mercato italiano (da cui la mia necessità di ampliare). Va anche detto che molti titoli in Italia hanno spread Bid/Ask talmente ampi che anche se ci fossero segnali probabilmente non sarebbe molto proficuo operare (e immagino che sia uno dei motivi per cui non ci sono segnali, appunto )

    Mi sto' concentrando soprattutto sulle tipologie di strategie e loro gestione, ma sono anch'io conscio ora di dover ampliare un po' i sottostanti.

    Nel mio "sacco" di strategie tutte "rubate"a Tiziano, al momento ho messo per sempre la "Goccia continua" che faccio su Eurostoxx50 segnalatami da un altro utente (trovi una discussione completa su di essa), operatività sulle Leaps con vendita di put scoperte che ho su Eni, Isp, Fca, Enel e Generali e il Condor ITM su Stoxx. Mi piaciono molto anche i spread di call rialzisti + put short (le cui leg sto provando ad aprire in tempi diversi).
    Idem, ma non avendo mai lavorato sugli indici mi manca la Goccia Continua che vorrei mettere tra le mie strategie standard a breve. Per ora mi sto concentrando su Spread a debito (comprati) con gestione attiva - ho appena finito 3 pagine di workflow per tutti i casi A, B, C .... - e sto cercando di trovare la quadra per il Reversal, ossia il modo per non far salire troppo i margini.

    Put scoperte e Leaps di protezione le ho consigliate ai miei, anche in ottica dividendi.

    Per i sottostanti viste le mie Leaps non apro strategie su quei titoli (e più in generale sono restio a farlo su gli altri italiani). Uso molto lo Stoxx, qualcosa su FtseMib e ho iniziato qualche giorno fa con opzioni su ETF per diversificare (opzioni su spdr gold). Devo guardare gli altri.
    A breve pero' devo ricercare altri titoli (magari sul mercato Usa).

    Sono comunque pochi mesi che ho iniziato a trattare opzioni.....credo che qui in tantissimi potranno esserti più utili di me !).
    Fabrizio
    Grazie mille per la condivisione.

    Loki
    -----------------------------------------------------------------
    Preferisco le urla della battaglia al silenzio che ne segue.
    -----------------------------------------------------------------

  6. #6
    L'avatar di TraderLoki
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    332
    Tra l'altro Tiziano ha postato nel thread di Iceberg un documento che richiama l'idea che avevo esposto sull'utilizzo dell'analisi tecnica solo per entrare in posizione, seguita da Money Management e Greche per gestione e uscita.

    Quindi mi sono tutto ringalluzzito e andrò a festeggiare con una Cedrata Tassoni!

    Loki
    -----------------------------------------------------------------
    Preferisco le urla della battaglia al silenzio che ne segue.
    -----------------------------------------------------------------

  7. #7

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    186
    Citazione Originariamente Scritto da TraderLoki Visualizza Messaggio
    Tra l'altro Tiziano ha postato nel thread di Iceberg un documento che richiama l'idea che avevo esposto sull'utilizzo dell'analisi tecnica solo per entrare in posizione, seguita da Money Management e Greche per gestione e uscita.

    Quindi mi sono tutto ringalluzzito e andrò a festeggiare con una Cedrata Tassoni!

    Loki
    Grazie Loki, mi andro' a leggere il documento.
    Giusto perche' mi sono accorto di essermi espresso male...sulle LEAPS che citavo ho tutte e sole PUT scoperte, non uso LEAPS comprate in ottica di copertura ne' per le mie vendute ne' sui sottostanti (perche' non li ho). Non vendo PUT scoperte non inserite in una figura piu' complessa, che siano a scadenza di meno due anni (non ricerco di acquistare titoli, poi se arriveranno dalle Leaps e' un altro disvorso....).
    Ho aperto un thread su di esse in "Oggi parliamo di", dal titolo "Operativita' sulle Leaps in ottica cassettista" se vuoi maggiori info su cosa ho iniziato a fare. Le ho capite abbastanza bene, ma sono lontano dall'esserne esperto !
    Per gli spread, credo di fare quello che fai tu, anch'io sempre a debito, io solo rialzisti quindi solo di CALL, con scadenze 4-6 mesi. Subito o successivamente all' apertura dello spread ci vendo una PUT a strike piu' basso della Call comprata.La call venduta (che ci sia oppure no la PUT venduta), la rollo se il sottostante mi va contro (scende). Sul modo migliore di aprire e gestire la posizione...work in progress....ma la tecnica che insegna Tiziano a mio avviso e' veramente ottima, (che poi e' quella che ritrovi nel suo thread "Una strategia tutta d'oro nero".
    Ciao.
    Ultima modifica di FabryF; 19-03-16 alle 07:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Contattaci

Chiama gli esperti
+39 0425 792923

Chiamaci
Email

Richiedi informazioni via E-MAIL
info@playoptions.it

Scrivici
Nostri Uffici

Vieni a trovarci
45100 Rovigo

Contattaci

Serve Aiuto?

Contattaci per maggiori informazioni.

Denis MorettoSpecialista Finanziario
Contattaci